Il manifesto

Il manifesto di giocAosta 2017 nasce dalle penne e dalle matite di Marta Fioravanti, giovane illustratrice che ha tante volte vestito la maglietta gialla dei volontari di giocAosta. Le abbiamo proposto il tema del WOW!, e lei lo ha declinato così insieme al nostro beneamato Arnaldo del QZR Studio, di cui fa parte il nostro beneamato Arnaldo. L'invasione si fa sempre più popolata con il passare dei mesi, fino all'affollata festa di piazza Chanoux. 

giocAosta 2017 small

Qui sotto, invece, trovate i nostri "ambasciatori" delle scorse edizioni. L'anno scorso il manifesto è stato interamente creato dal nostro prezioso Arnaldo Filippini e dal suo QZR Studio; nel 2015 era nato dall'illustrazione di Valentina Fuzzi e nel 2014 dall'idea dell'illustratrice Laura Belli, sempre con l'aiuto di Arnaldo. Nei due anni precedenti (2013 e 2012) i manifesti sono usciti dal fascinoso laboratorio di Enrico Massetto, l'illustratore-scultore che ha creato il Greundzo, con il tocco grafico del nostro amico Giuliano. Il 2011 è stato di Guido "Mocs" Favaro, mentre il 2010 è stato quello del fortunato incontro con i pennelli di Marie Cardouat (autrice dei disegni di Dixit!). E aggiungiamo una chicca "vintage": il manifesto super-artigianale del 2009, quando giocAosta era poco più che una scommessa spericolata... quanti passi avanti!